Pubblicato il 21 novembre 2017

La nuova Scheggia di Vetro in via Melchiorre Gioia 22

E' iniziata la demolizione del palazzo al civico 22 di via Melchiorre Gioia, costruito nel 1961 e in disuso dal 2012..
L’edificio di 18 piani che ospitò l’Inps, sarà sostituito dalla «Scheggia di vetro», il grattacielo di 26 piani progettato dall’architetto Gregg Jones (studio Pelli Clarke) per una superficie complessiva di 68mila metri quadrati ed un’altezza di 120 metri. 
Dai tre piani interrati del palazzo ex Inps si passerà ai quattro della nuova torre, ultima aggiunta al nuovo centro direzionale di Porta Nuova. COIMA SGR coordina il progetto di GIOIA 22 in qualità di investment e asset manager per conto dell’investitore controllato 100% da Abu Dhabi Investment Authority. COIMA Srl è stata incaricata come development manager per la gestione tecnica dello sviluppo urbano ed edilizio.
Come scandito dallo stesso Catella e da Pierfrancesco Maran, assessore comunale all’Urbanistica, il progetto «Gioia 22» rappresenta l’avvio della fase due di Porta Nuova. Il nuovo grattacielo ospiterà 2700 persone e segnerà un passo avanti verso la sostenibilità ambientale del costruire grazie ai 6mila metri quadrati di pannelli fotovoltaici del quale sarà dotato, capaci di assicurare un risparmio energetico superiore del 75 per cento a quello assicurato dalle altre torri direzionali di Porta Nuova. 
Dopo la fase di bonifica e la rimozione di oltre 200 tonnellate di amianto ed iniziata ora la decostruzione dell’edificio, la posa della prima pietra è prevista per l’estate 2018 e la fine dei lavori entro il 2020.
Realizzazione: GIOIA 22
Categorie: Architettura
Operatori: COIMA SGR