Pubblicato il 13 novembre 2018

LA NUOVA PIATTAFORMA NAZIONALE DI ASSOLEGNO, CASACLIMA E ARCA

Assolegno, CasaClima e ARCA uniscono le loro forze per potenziare il mercato dell’edilizia sostenibile in questo settore e diffondere modelli virtuosi di sviluppo in Italia e in Europa.
La piattaforma è finalizzata alla diffusione delle tecnologie costruttive in legno al fine sia di promuovere la realizzazione di opere di ingegneria di qualità che di favorire la diffusione dell’edilizia in legno e l’alta formazione nel campo dell’efficienza energetica e della sostenibilità. 

Per il 2019 Assolegno, CasaClima e ARCA hanno identificato momenti comuni per la formazione tecnica su tutto il territorio nazionale, con particolare riferimento a temi ingegneristici, tecnologici, architettonici e di fisica tecnica legati al settore dell’efficienza energetica e della sostenibilità in edilizia. In particolare, a settembre 2019 è prevista la “Summerschool Legno CasaClima 2019” un corso di formazione professionalizzante di più giorni con lo scopo di fornire al professionista le principali nozioni circa la filiera del settore, le modalità progettuali e gli adempimenti normativi da seguire nella quotidianità lavorativa. 
Nel mese di novembre 2019 sarà inoltre organizzato un convegno di due giornate di alto profilo, destinato a diventare l’evento di riferimento per il settore professionale e industriale del legno, che coinvolgerà personalità di primo piano a livello nazionale e internazionale. 

Oltre all’organizzazione di eventi congiunti Assolegno, CasaClima e ARCA svilupperanno pubblicazioni comuni per favorire la progettazione integrata dell’opera di ingegneria e promuoveranno uno scambio continuo di conoscenze tra enti, centri di ricerca e professionisti al fine di individuare le best practice a livello nazionale e internazionale e delineare le opportune basi per una evoluzione tecnico-normativa del settore. Il progressivo inserimento nella filiera del legno dei giovani sarà sostenuto attraverso iniziative ad hoc che vedono, nell’iter di formazione promosso dalle parti, l’adeguato mezzo per accrescere le competenze, con particolare riferimento alla figura del carpentiere e alla relativa prossima Norma UNI dedicata a regolarizzarne la professione.

Attraverso la convenzione, Assolegno, CasaClima e ARCA sono ora partner istituzionali. “L’edilizia in legno non si prefigura più come una nicchia di mercato, ma come una solida realtà dell’economia edile nazionale. Per tale motivo è necessario avviare un percorso di collaborazione tra le varie figure che operano in ambito formativo. 

Fare sistema con CasaClima e Arca significa arrivare a sensibilizzare il professionista e il committente nella scelta del costruttore: attore chiave della filiera, che deve sapere coniugare qualità, sicurezza e comfort abitativo. Solo attraverso la valorizzazione di maestranze specializzate è possibile arrivare ad una piena tutela del nostro settore”, commenta Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo.  

Soddisfatto anche Marco Vidoni, presidente di Assolegno: “Con questo accordo ha inizio un nuovo ciclo formativo che vede nel professionista una figura con cui dialogare in modo continuo al fine di porre in evidenza le peculiarità prestazionali e costruttive di un’opera di ingegneria in legno. Ampliare la conoscenza a livello ingegneristico e tecnologico ha l’implicita conseguenza di favorire una diffusione dell’edilizia in legno”. “La creazione di questa piattaforma ha l’obiettivo di potenziare gli investimenti in questo settore, promuovendo scambi tecnico-scientifici e attività di ricerca per il conseguimento degli obiettivi globali di riduzione delle emissioni di anidride carbonica”, aggiunge Ulrich Santa, direttore generale di CasaClima.  

“Realizzare edifici in legno attraverso le più moderne tecnologie di prefabbricazione a secco significa costruire con standard qualitativi elevati, riducendo i costi sull’intero ciclo di vita dell’edificio e aumentando le produttività dei complessi processi realizzativi e gestionali, potendo così garantire il rispetto dei tempi di progettazione e di realizzazione programmati. L’industrializzazione e la digitalizzazione dei processi e l’adozione di sistemi di rating consolidati – ha spiegato il presidente di Habitech Marco Pedri – rappresentano la risposta alla necessità di costruire in modo efficiente e sostenibile e l’opportunità di poter controllare e misurare la qualità dell’opera e del suo utilizzo. Non si tratta quindi solo di promuovere tecnologie e sistemi costruttivi ma di diffondere un vero e proprio modello culturale, attraverso la formazione e l’informazione dei professionisti, delle aziende e di tutti gli attori della filiera dell’edilizia; anche per questo motivo abbiamo voluto fare sistema con CasaClima e Assolegno nella Piattaforma Nazionale che permette appunto di valorizzare la qualità e la sostenibilità del costruire e di aggregare la filiera industriale del settore”.
Categorie: Architettura