Pubblicato il 9 marzo 2015

Investimenti – Rinnovabili, la scommessa di Serenissima sgr

Arriva il nuovo fondo E-newables, un comparto utile per puntare contestualmente all’immobiliare e alle rinnovabili.


I prodotti di investimento “cross over” ovvero che vanno a incontrare differenti segmenti di mercato (si pensi ai flessibili, ad esempio) sono in costante aumento. Con il nuovo fondo RE-newables, Serenissima SGR inizia una nuova sfida che vedrà crescere questo nuovo asset class complementare al Real Estate nel suo patrimonio in gestione con l’ambizione di diventare partner di riferimento per investitori istituzionali nel mercato secondario delle energie rinnovabili in Italia. Il mercato delle rinnovabili, dopo il ribilanciamento degli incentivi e le nuove norme del settore fotovoltaico, è diventato un obiettivo di business per Serenissima SGR.
Per sfruttare questa opportunità, Serenissima SGR ha istituito Re-Newables, Fondo comune d’investimento immobiliare speculativo riservato a investitori qualificati. Re-Newables durerà 25 anni e investirà prevalentemente in impianti fotovoltaici di medie e grandi dimensioni, già operativi e connessi alla rete elettrica da almeno 18 mesi. 

L’obiettivo di raccolta di Re-Newables è 200 milioni di euro e inizierà a operare al raggiungimento di 50 milioni, soglia minima prevista dal regolamento. Re-Newables è stato ideato e strutturato con Reif Advisor, società nata dalla Joint Venture tra Ad Astra Capital Partners Srl, guidata da Guillermo Calonje Macaya e da Enrico Nava, e Prothea Srl, guidata da David Armanini. 
L'obiettivo di Serenissima SGR è acquisire impianti nel breve termine per una potenza complessiva superiore a 200 MWp. Con l’assistenza di Reif Advisor, è già iniziata la selezione delle opportunità di investimento ed è in fase avanzata di negoziazione l’acquisto di un primo portafoglio per complessivi 100 MWp circa.


Categorie: Mercato