Pubblicato il 19 gennaio 2015

INVESTIMENTI - Bologna: via libera a fondo immobiliare per 5 scuole

Investimento di 30 milioni di euro per 1.800 nuovi posti.

Disco verde, da parte della Giunta comunale di Bologna, alla costituzione di un Fondo immobiliare per la realizzazione di cinque nuovi complessi scolastici, dalle scuole d'infanzia alle scuole secondarie di primo grado, per un totale di circa 1.800 nuovi posti e un investimento di circa 30 milioni di euro. A giudizio dell'Amministrazione bolognese, come si legge in una nota, "si tratta di un progetto fortemente innovativo di partenariato pubblico-privato, il primo in Italia che coniuga gli obiettivi di valorizzazione del patrimonio pubblico con quelli di ammodernamento e rigenerazione degli edifici scolastici. Un progetto - viene aggiunto - che ha preso il via nel 2012 con la sottoscrizione del primo protocollo tra Comune di Bologna e Miur". Con il suo via libera, la Giunta comunale, "propone al Consiglio comunale di potere procedere con tutte le operazioni successive, propedeutiche alla gara per la costituzione del Fondo e l'individuazione della SGR che dovrà gestire il Fondo stesso: in particolare - si legge ancora nella nota - tra queste operazioni vi è il perfezionamento degli accordi con gli investitori istituzionali, Invimit e Inarcassa, che hanno già espresso il loro interesse a investire nel Fondo". Con il via al Fondo immobiliare, viene sottolineato, sono cinque nuovi complessi scolastici, interessati dal progetto: "il nuovo polo scolastico di scuola primaria e secondaria di primo grado nel Quartiere Saragozza, area in via Felice Battaglia in sostituzione della scuola Carracci; il nuovo polo scolastico di scuole d'infanzia e primaria nel Quartiere Navile, già previsto nel Piano urbanistico approvato per l'area ex mercato ortofrutticolo; il nuovo polo scolastico per la scuola dell'infanzia e scuola primaria Tempesta nel Quartiere S. Vitale, via Martelli; la nuova scuola dell'infanzia nel Quartiere Savena, area Fossolo tra viale Felsina e viale Lenin e il nuovo polo scolastico di scuola primaria e secondaria di primo grado nel Quartiere Porto, all'interno dell'area demaniale ex militare Prati di Caprara est". Nei prossimi mesi, chiosa la nota, saranno pubblicati i bandi di gara per la selezione della Sgr e i concorsi di progettazione delle nuove scuole, le cui procedure si concluderanno il prossimo autunno. (ANSA)
Categorie: Mercato