Pubblicato il 20 aprile 2015

Investimenti - 470 milioni per recuperare l’edilizia popolare.

A breve in Gazzetta Ufficiale, dal governo 2,6 miliardi per casa

Sono in arrivo quasi 470 milioni per l'housing sociale, destinati alla riqualificazione e al recupero degli alloggi di edilizia popolare."Risorse pubbliche disponibili subito", ha annunciato il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini, stanziate con un decreto già registrato alla Corte dei Conti e che verrà pubblicato a giorni in Gazzetta Ufficiale. Il provvedimento finanzia un programma straordinario di riqualificazione e recupero degli alloggi di edilizia residenziale pubblica già esistenti e non utilizzati perché in condizioni di degrado. "Si tratta - ha spiegato Nencini - in larga parte di alloggi immediatamente disponibili che rimettiamo sul mercato con affitto agevolato e affitto calmierato destinato alla vendita, per venire incontro alle domande ad oggi inevase e per consentire a chi ha i requisiti di occupare i tanti appartamenti inutilizzati". Gli interventi saranno destinati all'efficientamento energetico e alla messa in sicurezza degli immobili, al superamento delle barriere architettoniche, alla manutenzione straordinaria degli edifici. Nell'annunciare il decreto, che porta la firma del ministero delle Infrastrutture, del ministero dell'Economia e di quello per gli Affari regionali, Nencini ha ricordato che il Governo per far fronte alla crescente emergenza abitativa "ha fatto uno sforzo finanziario tra i più imponenti degli ultimi dieci anni con una cifra complessiva di 2 miliardi e 600 milioni (tra nuove risorse e misure di defiscalizzazione) di risorse, tra fondo affitti, fondo destinato ai locatari morosi incolpevoli, fondo nazionale di garanzia, con sgravi fiscali a sostegno delle giovani coppie e di tutti coloro che acquistano la prima casa. A breve inoltre, ricorda il ministro, dovrebbe arrivare l'altro provvedimento normativo di housing sociale, quello che prevede la messa sul mercato e il recupero di alloggi 'in sofferenza" finanziaria: alloggi oggetto di fallimento o pignoramento presso istituti bancari. Intanto un'altra piccola goccia ma significativa: i 13 milioni di euro destinati ad un programma di recupero di beni confiscati alla mafia da restituire ai Comuni dove insistono gli immobili che verranno destinati all'edilizia residenziale sociale. (ANSA).

Categorie: Mercato