Internazionalizzazione del progetto

Avvalersi di progettisti italiani per alcune operazioni immobiliari di pregio in Cina. E' questa la volontà dell'Association of Real Estate Development emersa, a giugno, durante la visita in Cina del Consigliere Nazionale Livio Sacchi, coordinatore del Dipartimento Esteri del Consiglio Nazionale Architetti PPC.

Il 14 giugno a Chongqing nella sede della Chongqing Association of Real Estate Development durante l'incontro con i rappresentati dell’Associazione cinese e Gianluca Luisi, addetto commerciale del Consolato Generale d’Italia, è stata proposta l’apertura di un ufficio CNAPPC presso la sede dell’Associazione, dotato di interprete in grado di filtrare le richieste dell’Associazione alla parte italiana. 
La città di Chongqing sorge nell’area a maggiore espansione demografica ed economica della Cina, con i suoi circa 12 milioni di abitanti, che sfiorano i 30 se si considera la provincia, è la terza città della Cina, dopo Shanghai e Beijing. 
Fra i settori più promettenti: l’edilizia residenziale sostenibile, l’interior design e il restauro. 
La città è collegata a Roma da un volo diretto operato da una compagnia cinese.

 Per facilitare l’attività dei professionisti italiani a Chongqing, Sergio Maffettone, Console Generale d’Italia, ha confermato l’impegno del Consolato a sostenere la collaborazione fra il CNAPPC e la Chongqing Association of Real Estate Development e a premere affinché gli interlocutori cinesi diano il via alla loro proposta di realizzare un quartiere italiano sperimentale a Chongqing. Attraverso l’addetto commerciale Gianluca Luisi, il Console ha anche garantito appoggio agli architetti italiani interessati a proporsi sul mercato locale.

 
Il 15 giugno presso il New Campus del Sichuan Institute of Fine Arts si è tenuto un evento, organizzato in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia, strutturato in due momenti: un seminario di studio, in cui sono state poste a confronto esperienze italiane e cinesi e l’inaugurazione di una mostra al cui interno sono esposti anche alcuni progetti selezionati tra quelli che hanno partecipato alle edizioni 2013, 2014 e 2015 dei Premi CNAPPC: “Architetto italiano” e “Giovane Talento dell’architettura italiana”. 


Il viaggio è poi proseguito nella città di Doha, capitale dello stato del Qatar, la più dinamica fra le capitali del mondo arabo. Collegata a Roma, Milano e Venezia con voli diretti operati da Qatar Airways. Qui il 16 giugno si è tenuto un incontro presso l’Ambasciata d’Italia in Qatar con S.E., Guido De Sanctis, Ambasciatore d’Italia, e Andrea Ferrari, rappresentante dell’ICE-ITA. L’Ambasciatore, pur avendo fatto presente le difficoltà economiche in cui si trova al momento il Qatar, principalmente dovute alla discesa dei prezzi di petrolio e gas, ha segnalato che sono comunque molti i progettisti italiani operanti nel Paese. I settori più interessanti per i professionisti sono: l’edilizia residenziale e l’interior design. 


Nel quadro dell’accordo fra ICE-ITA e CNAPPC, che sarà presto firmato, Ferrari ha offerto l’appoggio istituzionale dell’ICE-ITA per l’organizzazione di una missione di lavoro a Doha, garantendo la possibilità di una serie di appuntamenti con i principali interlocutori locali. 

Infine, il professor Attilio Petruccioli, docente presso la School of Engineering della Qatar University, ha offerto al CNAPPC la sua disponibilità a collaborare alla realizzazione di una mostra e di un evento di presentazione della recente scena architettonica italiana fra l’ottobre 2016 e il marzo 2017. 


Categorie: Professione