Innovazione: finanziamenti anche per ingegneri e architetti nel sud Italia

Il riferimento è il Decreto del Ministero dello Sviluppo economico 29 luglio 2013 che stabiliva programmi di investimento per obiettivi di innovazione, miglioramento competitivo e tutela ambientale per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia
Tali programmi riguarderanno anche, come stabilito dal decreto: attività professionali, scientifiche e tecniche, limitatamente ad attività degli studi di architettura, ingegneria e altri studi tecnici; consulenza in materia di sicurezza; attività dei disegnatori tecnici; design e styling relativo a tessili, abbigliamento, calzature, gioielleria, mobili e altri beni personali o per la casa.
Le imprese che vogliano beneficiare delle agevolazioni devono essere iscritte al Registro delle Imprese da almeno due anni e i programmi devono essere finalizzati all’acquisizione di immobilizzazioni materiali e immateriali tecnologicamente avanzate, in grado di aumentare il livello di efficienza o di flessibilità nello svolgimento dell’attività economica oggetto del programma.
Nel decreto è prevista una dotazione finanziaria di 150 milioni di euro, di cui il 60% è riservato alle piccole e medie imprese. Per approfondimenti: http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php?option=com_content&view=article&viewType=1&idarea1=593&idarea2=0&idarea3=0&idarea4=0&andor=AND&sectionid=0&andorcat=AND&partebassaType=0&idareaCalendario1=0&MvediT=1&showMenu=1&showCat=1&showArchiveNewsBotton=0&idmenu=2263&id=2029245