Inizia il countdown per l'apertura del Capital Gate di Abu Dhabi

Ad Abu Dhabi stanno letteralmente preparando il countdown. La frenesia generale nella crescente capitale degli Emirati Arabi Uniti  non è diversa da quella che si respira quando, nell’attesa di un nuovo anno, si gridano in coro i numeri al rovescio. Mancano circa tre mesi all’apertura ufficiale di uno degli edifici più emblematici del mondo, una sorta di contemporanea torre di Pisa dove l’inclinazione è stata perseguita volontariamente. Il Capital Gate di Abu Dhabi, oltre a scaldare gli animi di cittadini e rappresentanti politici arabi, ha poi a tal punto catalizzato l’attenzione dei media che il cantiere firmato RMJM è stato analizzato, seguito, monitorato giorno per giorno, mese per mese, stagione per stagione. E se mi trovo a scrivere di questo simbolo a dir poco ardito è perché, evidentemente, l’ipnosi ha letteralmente travolto anche me, spingendomi a consultare con grande frequenza il sito ufficiale della intrepida costruzione per cercare di ottenere informazioni quasi in tempo reale. La forza mediatica di questo landmark è indiscutibile. La sua unicità anche. 18 gradi di inclinazione è il componente sbalorditivo della provocazione strutturale tanto ambita dal mondo dirigenziale medio orientale, che vede nelle creazioni di immagini iconiche la possibilità concreta di affrancarsi dai tipici skyline occidentali (costituiti da parallelepipedi estrusi e da un tessuto urbano omogeneo) per fare della moltitudine di simboli, sculture, eccezioni, un’identità urbana del tutto nuova. L’architettura – attrazione del Capital Gate è un immenso programma concretizzato tramite il cosiddetto “diagrid”: un guscio strutturale che coincide con l’involucro e che segue, elemento per elemento, i molteplici disallineamenti delle solette superiori al dodicesimo piano. I 772 profili di acciaio creati ad hoc cingono i 35 piani fatti slittare intorno ad un nucleo interno centrale pre-incurvato, innovazione edilizia a dir poco rivoluzionaria. Il Guinness dei primati per la torre più pendente al mondo è stata già elargito; manca solo il taglio del nastro al suo ingresso per sancirne definitivamente l’apertura. Metà maggio? Inizio giugno?... Modulo.net vi aggiornerà presto sull’imperdibile evento.
Categorie: Eventi