Pubblicato il 2 maggio 2014

In arrivo il nuovo Terminal 2 dell'aeroporto di Heathrow

Aprirà al pubblico il prossimo 23 giugno il secondo terminal dell’aeroporto di Heathrow, un progetto di rinnovamento per una superficie totale di 210mila metri quadrati firmato dallo studio madrileno Luis Vidal + Arquitectos.
Il progetto da 2.5 miliardi di sterline, che si prevede servirà 20 milioni di passeggeri, non è che l’ultima fase del progetto di trasformazione dell’aeroporto più famoso della West London, del valore totale di 11 miliardi. 
Il progetto di Vidal, con la sua copertura ondulata in accaio, sostituisce il vecchio Terminal 2, che aveva aperto nel lontano 1955 e che è stato chiuso 5 anni fa. Gli aeroporti, secondo l’architetto Vidal, sono le cattedrali del 21esimo secolo, porte d’ingresso alle nazioni, in accordo con la loro funzione pubblica. Sono edifici che devono proiettare verso il futuro, adattandosi ai cambiamenti e alle sfide del tempo. 
Devono essere progettati in modo da semplificare il lavoro di staff e piloti ed in modo da migliorare l’esperienza di viaggio del passeggero, ad esempio attraverso un’organizzazione intuitiva dei percorsi e l’uso della luce naturale.  
Aspettando giugno, una preview al pubblico e ai giornalisti: la “Slipstream”, la scultura realizzata da Richard Wilson per l’aeroporto. La scultura, lunga 78 metri e pesante 77 tonnellate, con le sue onde di alluminio che si avvolgono su loro stesse, vuole ricordare l’immaginaria traiettoria di un piccolo aeroplano, catturando lo sguardo di ogni viaggiatore in arrivo o partenza
Categorie: Architettura