Il padiglione IUAV per l'Open Day dell'Ateneo

La novità di quest’anno per l'Open Day dell'Università IUAV: un padiglione progettato dagli studenti per gli incontri a porte aperte ai Tolentini.
Durante la giornata di apertura,sabato 7 aprile ai Tolentini, centinaia di genitori e di studenti passeranno in rassegna video, modelli, disegni, parleranno con docenti e altri studenti e scopriranno alcuni degli spazi preziosi di una Università sita in un luogo unico come Venezia.
I Tolentini, sede centrale di Iuav, con le corti dell’ex convento dei padri Teatini, la galleria espositiva del Rettorato, l’aula magna e una biblioteca tra le migliori al mondo nel suo campo, saranno il centro di questa manifestazione. E per questo luogo particolare, in cui si entra varcando la straordinaria porta progettata da Carlo Scarpa,è stata pensata una struttura, destinata a luogo temporaneo d’incontro o di presentazione di corsi, che non solo offrisse uno spazio raccolto ma mostrasse anche concretamente le capacità dei nostri studenti. Per progettarla è stato bandito un concorso aperto agli studenti Iuav dei tre corsi di Laurea Magistrale in Architettura. 

Oggetto del concorso, al quale hanno partecipato 19 gruppi(31studentiin totale), era la realizzazione di un padiglione in materiale FRP in fibra di vetro. 
La giuria, composta da Armando Dal Fabbro, Antonella Gallo, Salvatore Russo, Fernanda De Maio e Marco Ferrari, ha individuato quale miglior progetto LightMotiv, ideato dal gruppo composto da Davide Del Sante e Damiano Mazzocchini. 
Gli studenti vincitori del concorso saranno premiati sabato 7 aprile in occasione dell’Open Day. Il padiglione sarà collocato nel giardino dei Tolentini, dove oggi inizieranno le operazioni di montaggio; resteràallestito per qualche mese anche dopo la conclusione dell’Open Day e dell’Open Week e sarà un luogo aperto agli studenti per incontri e iniziative.

Ha dichiarato il rettore Alberto Ferlenga: «Offrire ai propri studenti in architettura l’opportunitàdi cimentarsi in modo creativo con un materiale innovativo per realizzare un manufatto temporaneo di circa 60 mq da inserire nel pregiato contesto monumentale per l’uso della comunità universitaria, rappresenta la novità dell’Open Day di quest’anno. Al tempo stesso il miglior modo di presentarsi: attraverso, cioè le capacità dei propri studenti.»  

Primi classificati 
Davide Del Sante e Damiano Mazzocchini, 

Secondi classificati a pari merito 
Costanza Lupia e Giovanni Battista Salerno Andrea Danelli e Massimo Falconi Enrico Chinellato 

Crediti 
progetto preliminare: Davide Del Sante e Damiano Mazzocchini 
progetto esecutivo e strutturale: Salvatore Russo e Andrea Niero coordinamento del progetto: Fernanda De Maio 
coordinamento amministrativo: Lucia Basile 
direzione lavori: Ciro Palermo
Categorie: Architettura