Pubblicato il 10 novembre 2017

Il nuovo progetto di espansione del Teatro alla Scala

Mario Botta e Emilio Pizzi firmano il progetto per la costruzione di un nuovo corpo sul retro del Teatro alla Scala, su via Verdi, in cui è stata recentemente abbattuta la palazzina esistente.
I lavori, della durata di tre anni per un costo che oscillerà tra i dieci e i quindici milioni di euro, prevedono la realizzazione di una torre a sbalzo di 36 metri - di altezza uguale alla prima torre della Scala - con un aspetto che ricorda la storica Torre Velasca di Milano. 

L’edificio si comporrà di 11 nuovi piani più sei sotterranei per sale e uffici. In particolare ci sarà una sala prove interrata con un soffitto alto 14 metri in cui l’acustica sarà curata da Yasuhisa Toyota, uno degli ingegneri del suono più noti al mondo. 

Il progetto vedrà anche l’ampliamento dello spazio per le manovre dietro e ai lati del palcoscenico che diventerà il più profondo al mondo (70 metri).

Crediti fotografici: Emilio Pizzi Team Architects