Pubblicato il 18 novembre 2018

Il DDL di Bilancio 2019 su ecobonus e greenbonus

Nel disegno di legge di Bilancio 2019 sono contenute alcune proroghe per gli incentivi circa la riqualificazione energetica, riguardanti Greenbonus ed Ecobonus.
Il disegno di legge di Bilancio 2019 prevede la proroga, fino a dicembre 2019 per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, fermo al 65% e al 50% la detrazione per la sostituzione degli infissi. 

Per quanto concerne la detrazione per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione (in classe A di prodotto secondo il regolamento Ue 811 del 2013) spetta una detrazione del 50%. Se a ciò viene unito un sistema di termoregolazione innovativo, spetterà una detrazione pari al 65%. 
Ciò vale anche per la sostituzione con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione. Il 50% di detrazione, invece, vale anche per l'acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. 
La proroga a dicembre 2019 riguarda anche la detrazione al 65% (fino a un valore massimo della detrazione di 100 mila euro) per l'acquisto di micro-cogeneratori (con un risparmio di energia primaria pari al 20%) in sostituzione di impianti esistenti. 


Anche il Greenbonus, riguardante il rinverdimento di tetti, balconi e altre pertinenze di abitazioni, viene mantenuto fino a dicembre 2019. La detrazione risulta pari al 36% ed interessa interventi per la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, realizzazione di coperture a verde, giardini pensili e pozzi, con un tetto di spesa di 5 mila euro, comprendente spese di progettazione e di manutenzion. Il tetto di spesa, in caso di interventi sulle parti comuni esterne dei condomìni, risulta di 5mila euro per appartamento. 


Per quanto concerne le detrazioni per lavori nei condomini, il DDL di bilancio stabilisce la proroga al 2021 della detrazione del 65% per interventi alle parti comuni dei condomini o all'intero immobile. Una detrazione del 70-75% è destinata ad interventi di riqualificazione energetica dei condomìni che interessi è una superficie non inferiore al 25% della superficie lorda dello stesso. La quota di detrazione è applicata ad un tetto di spesa massima pari a 40mila euro moltiplicati per il numero di appartamenti che compongono il condominio.
Categorie: Professione