Fondo Erasmo per le Residenze Universitarie

Alla fine dello scorso anno è stato costituito il Fondo Erasmo da parte di Fabrica Immobiliare Sgr, con la partecipazione della Cassa depositi e prestiti tramite il Fia, il Fondo Italiano per l'Abitare, con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo di un segmento dell’housing temporaneo, quello dedicato agli studenti universitari. Fabrica Sgr ha già sviluppato un’esperienza con il fondo Aristotele, fondo ex Inpdap e ora Inps, nato dall'idea del legislatore di indurre gli enti pensionistici a investire una parte minimale delle loro risorse in iniziative di tipo sociale. I settori individuati sono quattro: edilizia universitaria, edilizia scientifica, residenze per anziani, residenze per studenti. «Con la nascita del fondo Fia per l'edilizia sociale, di Cassa depositi e prestiti, si è cercato di orientare una parte di questo enorme equity che Cdp ha a disposizione per il social housing verso le residenze per studenti – spiega Doglio, amministratore delegato di Fabrica Sgr –. Così Cdp, l'11 novembre del 2011, ha deliberato la sottoscrizione, non vincolante, di un capitale che al momento è pari a 60 milioni di euro, pari al 40% del totale». Il nuovo fondo Erasmo vede dunque il fondo Aristotele come investitore al 60% e il fondo Fia di Cdp al 40 per cento. Il totale degli asset in campus in Italia è di circa 3,4 miliardi di euro, ma la copertura della domanda è di un terzo rispetto a quello che offrono gli altri Paesi europei. Nella giornata del 12 febbraio 2013 è stato presentato il progetto sottoscritto tra Fabrica Sgr, fondo Erasmo e il Comune di Torino per la realizzazione e la gestione di una residenza universitaria di circa 600 posti letto sull'area in via Caraglio, di cui ha acquistato tramite gara pubblica, il diritto di superficie per 99 anni.