Pubblicato il 27 marzo 2013

Edilizia scolastica: 38 milioni di euro per interventi nelle scuole

Sono 38 i milioni di euro da stanziare per la costruzione di nuove plessi scolastici previsti dalla nuova direttiva firmata in data 27 marzo 2013 da Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo. Si tratta di un’iniziativa volta ad utilizzare la leva del fondo immobiliare per realizzare gli edifici dedicati all’istruzione del futuro.
Sono infatti state ridefinite le nuove linee guida per quanto riguarda gli spazi interni delle scuole: non più solo aule, ma nuovi spazi di apprendimento in linea con l’innovazione della scuola. Uno sguardo, quindi, verso un futuro sempre più strettamente collegato al più ampio piano di innovazione digitale, di cui anche il recente DM sui libri di testo costituisce un tassello. La direttiva approvata costituisce inoltre un ulteriore passo in avanti nel programma pluriennale per l’edilizia scolastica, la sicurezza nelle scuole e la costruzione di plessi altamente tecnologici. La sinergia e l’unione delle risorse tra MIUR, Regioni, edifici conferiti da Comuni, provincie e Regioni, Fondi Europei e beni confiscati dalla mafia può rappresentare un modello di rinascita per il Paese e per i suoi abitanti.
Il fondo immobiliare, da costruire attraverso una Società di gestione del Risparmio appositamente individuata dall’Ente locale/Regione tramite procedure ad evidenza pubblica, è uno strumento finanziario destinato a realizzare le nuove strutture grazie alla valorizzazione degli immobili obsoleti, conferiti dall’Ente locale/Regione, e ad ogni ulteriore eventuale cofinanziamento.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs270313