Pubblicato il 4 aprile 2014

EDILIZIA - DDL SUOLO FRENA LA RIQUALIFICAZIONE

Ance, l'Associazione Nazionale dei Costruttori Edili, e il Consiglio Nazionale degli Architetti, da sempre promotori di politiche a tutela del territorio e contro l'abusivismo, condividono l'allarme dell'Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) sulla proposta di legge del Governo per la salvaguardia del territorio. 
"La riqualificazione e' il futuro delle nostre citta' sotto il profilo energetico, ambientale ed economico." Così commentano l'Associazione dei costruttori e degli Architetti in merito alle dichiarazioni del delegato Anci all'Urbanistica, Andrea Ferrazzi, sul disegno di legge del Governo riguardante il consumo del suolo. 
''Si tratta di un provvedimento condivisibile negli obiettivi ma non nei metodi utilizzati per raggiungerli'', dichiara il presidente dell'Ance, Paolo Buzzetti, ''che rischiano di bloccare opere utili e importanti investimenti economici necessari per la modernizzazione e riqualificazione delle aree urbane''. 
Il testo in esame al Parlamento non contiene norme chiare e non incentiva la riqualificazione bloccando tutti gli interventi previsti dai piani regolatori dei Comuni senza adeguati criteri, così facendo si mettono a rischio investimenti importanti per il territorio, anche esteri, che possono essere utili a perseguire gli obiettivi che il Governo stesso ha annunciato come il Piano scuole e il Piano di prevenzione contro il dissesto idrogeologico.