Pubblicato il 27 giugno 2013

Demolizione e ricostruzione: le nuove disposizioni normative

Sono cambiati grazie al “Decreto del Fare” i termini relativi alla demolizione e ricostruzione di un edificio esistente. La modifica apportata al Testo Unico dell’Edilizia DPR n.380/2001 è relativa infatti all’eliminazione, all’interno dell’articolo 3, della definizione “a sagoma” : le ristrutturazioni che prevedono demolizione e ricostruzione sono esenti dal vincolo della sagoma e soggetti unicamente a quello della volumetria. La variazione dei profili perimetrali è dunque considerata, ai fini legislativi, un intervento subordinato a Scia e non a permesso di costruire.
Rimangono esclusi dalla citate disposizioni gli interventi di recupero edilizio che coinvolgono immobili sottoposti a vincolo, che devono necessariamente rispettare i contorni preesistenti.