Pubblicato il 24 settembre 2018

Il progetto di David Chipperfield per i magazzini Selfridges di Londra

Completato il progetto assegnato a David Chipperfield Architects per i magazzini Selfridges di Duke Street di Londra, parte di una più vasta riqualificazione del carattere architettonico dell’edificio originale.
David Chipperfield ha completato il progetto dei grandi magazzini Selfridges di Londra - degli anni '30 - grazie ad un nuovo edificio d'ingresso e una grande sala dedicata agli accessori.  

Sulla scia dei diversi stili architettonici che caratterizzano ad oggi il fabbricato, Chipperfield ha sviluppato un progetto che mantiene una determinata autonomia strutturale e visiva che dialoga con gli edifici adiacenti tramite una scala cromatica scura che contrasta con i colori chiari della pietra degli edifici adiacenti. 

L'edificio in questione si caratterizza anche per le sottili colonne strutturali rivestite in bronzo che incorniciano la vetrata della facciata principale d'ingresso. Queste poggiano su una struttura nera in calcestruzzo prefabbricato, con due pilastri monumentali che scandiscono il portico. 
Chipperfield ha inoltre scelto di riprendere le colonne in gesso dallo stile classico nell’edificio originale e di introdurre, invece, delle colonne e cassettoni dallo stile contemporaneo nella parte settentrionale, così da creare un dialogo coerente tra le aree connotate dai forti elementi architettonici neo-classici ed i corpi aggiunti successivamente. 

Crediti fotografici: Simon Menges