CONVERSAZIONE CON MAURIZIO MILAN - Progettare oggi in Italia

Modulo: Qual è, alla luce delle tua grande esperienza, il senso del Progetto, oggi, in Italia?

Maurizio Milan: Il progetto va inteso nell’accezione anglosassone del termine …Project, cioè di un processo che consideri tutta le componenti, analisi, valutazione, design, sviluppo e organizzazione del cantiere, …
Quello che è importante comprendere, soprattutto in Italia, è che il progetto non è il “disegno”. Il disegno è solo una componente che assume valore nell’integrazione con gli altri aspetti.
Gli architetti non hanno una grande propensione alla gestione degli aspetti organizzativi e, talvolta, si dimostrano poco propensi a modificare indicazioni progettuali, spesso meramente formali, sia pure a fronte di motivazioni valide legate ad aspetti prestazionali ed energetici. Diciamo che talvolta manca attitudine all’ascolto. 
La consapevolezza, che talvolta latita, è che il progetto è un insieme di scelte che conduce a una serie di conseguenze in un tempo lungo. Ricordo che le NTC 2008 Norme tecniche per le costruzioni  impongono che la durata dell’edifico sia di 50 anni.
La perdita di funzionalità dipende proprio dalla correttezza delle scelte progettuali e dalle modalità esecutive.

Progettista: MILAN INGEGNERIA