Pubblicato il 16 marzo 2016

Bjarke Ingels è l'architetto scelto per il Serpentine Pavilion del 2016

L'architetto danese fondatore di BIG progetterà il padiglione estivo della Serpentine Gallery di Londra. Come tutti gli anni sarà nei Kensington Gardens, ma per la prima volta il padiglione principale sarà affiancato da altre strutture temporanee, di altri architetti e artisti: 4 "Summerhouses" creeranno un piccolo parco dell'architettura sperimentale temporanea.

Il Serpentine Gallery Pavilion e le 4 Summerhouses saranno visitabili dal 10 giugno al 9 ottobre 2016. Bjarke Ingles con il suo studio BIG, ormai stabilmente parte delle archistar, entra nella cerchia ristretta degli architetti selezionati per disegnare questo prestigioso padiglione, tra cui figurano, tra gli altri, Peter Zumthor, Jean Nouvel, SANAA, Herzog & de Meuron, Sou Fujimoto, Frank Gehry. Le quattro strutture che accompagneranno il padiglione principale, ciscuna di 25mq, saranno progettate dall’architetto nigeriano Kunlé Adeyemi, lo studio berlinese Barkow Leibinger, l’architetto ungherese naturalizzato francese Yona Friedman e l’inglese Asif Khan.

Il Serpentine Pavilion di Bjarke Ingels è stato concepito come una cerniera che si apre in modo organico: uno spazio in continua mutazione e da sperimentare, diverso se visto dall'interno e dall'esterno, dall'alto o ad altezza occhi. Anche la percezione del volume è incerta, da un lato opaco e scultoreo, dall'altro trasparente e lineare.

Come spesso accade, quindi, il padiglione è un'occaasione di sperimentazione formale e materica, oltre che un momento di riflessione e sensibilizzazione su questioni sociali contemporanee.
Categorie: Architettura