Bioedilizia e housing sociale in mostra a Perugia

Housing sociale e architettura sostenibile costituiscono un binomio di straordinario interesse: si propongono come le tematiche più attuali nel panorama globale della progettazione, suggeriscono studi, concorsi, conferenze, seminari; la loro declinazione è al centro dell’attenzione non solo italiano ma internazionale. Con queste premesse, la sintesi tra i due ambiti citati non può che proporsi come un argomento influente che implica una partecipazione di carattere collettivo, estesa non solo agli specialisti del settore ma a molti cittadini sensibili alla necessità di una maggiore cura ambientale. Ed è proprio questo lo spirito con cui la sede FUA – Fondazione Umbra per l’Architettura Galeazzo Alessi – inaugura domani, 14 aprile 2011, la mostra sui progetti partecipanti al concorso di bioarchitettura indetto dalla Regione Umbria. Più di trenta gruppi espongono gli sforzi progettuali indirizzati alla definizione di un’architettura di avanguardia, in grado di misurarsi e proporre soluzioni innovative circa i temi della bioedilizia, del risparmio energetico, dello sfruttamento delle energie rinnovabili, di un modello dell’abitare contemporaneo attento ai nuovi stili di vita. E dei numerosi studi partecipanti due verranno scelti per realizzare, rispettivamente, un complesso ad uso residenziale a Lacugnano, nel comune di Perugia, ed un fabbricato abitativo a Gabelletta, nel comune di Terni. All’inaugurazione dell’evento, previsto per giovedì 14 aprile alle ore 10.00 presso la sede FUA al Palazzo Conestabile della Staffa, interverranno architetti ed ingegneri, tra cui Paolo Vinti, Stefano Vinti, Valeria Cardinali, Alessandro Almadori, Paolo Luccioli e e Luciano Tortoioli. La mostra proseguirà sino al 29 aprile 2011 nel medesimo spazio di Piazza Dante 28 a Perugia.
Categorie: Eventi