BATIMAT in Situ: per scoprire i retroscena dell'architettura parigina

Grazie al loro svolgimento in contemporanea nel 2013, BATIMAT insieme ad INTERCLIMA+ELEC e IDEO BAIN formeranno la più grande piattaforma mondiale dedicata all’edilizia e all’architettura, alla quale sarà dedicato il nuovo appuntamento BATIMAT in Situ, immersione digitale totale nelle modalità progettuali delle opere più innovative del territorio della cosiddetta “Grande Parigi”. I 50 edifici migliori completati nella capitale francese a partire dalla fine del 2011 e che illustrano i mutamenti urbani del territorio saranno infatti analizzati attraverso interviste, foto e dati fondamentali: spiegazione del concept, concretizzazione delle idee con soluzioni e materiali adottati costituiscono gli episodi del “backstage” del cantiere, illustrati minuziosamente dalla fiera.
All’interno del padiglione 5B i visitatori potranno soffermarsi sulle fasi di progettazione, sulla traduzione del capitolato da parte degli architetti, sui video e sulle presentazioni digitali dei lavori che risultano suddivisi in 9 sezioni tipologiche: abitare, bere/dormire/mangiare, spostarsi, curarsi, apprendere, istruirsi/guardare/ascoltare, acquistare, lavorare e fare sport. Categorie nelle quali rientrano architetture accuratamente selezionate da una giuria di opinion leader del settore, architetti e giornalisti, secondo precisi criteri: tecniche utilizzate, tipi di materiale da costruzione scelti, integrazione nel proprio ambiente etc.
BATIMAT in Situ godrà anche di un’applicazione mobile, che riprende tutto il contenuto esposto nella mostra e che consente di ritrovare gli edifici su una cartina della regione parigina, nonché degli appuntamenti  del BATIMAT OFF, che propone visite guidate in tempo reale in città con percorsi di 2-3 ore e l’accompagnamento degli architetti.
L’esposizione sarà infine articolata attraverso conferenze e tavole rotonde, programmate nell’ambito di “Architecture & Cities”, durante le quali gli utenti potranno incontrare i progettisti e approfondire le tematiche di loro interesse.
Per chi desiderasse ulteriori informazioni può visitare il portale www.batimat.com.