ARUP progetta il nuovo stadio per la Fiorentina

Il 10 marzo, a Firenze, è stato ufficialmente presentato il Nuovo stadio della Fiorentina, firmato dal gruppo ARUP. Ospiterà oltre 40000 tifosi e rappresenterà una vera opportunità di integrazione del tessuto cittadino. Lo stadio fa infatti parte di un più ampio progetto per la riqualificazione di un’area di 48 ettari, adiacente all’aereoporto, a soli 4 km dal Duomo e perfettamente connessa con la città e le sue aree circostanti. Il masterplan generale per l’area include spazi pubblici, un centro commerciale e un parcheggio a servizio di tutta la zona. 
 Come consuetudine, e secondo la filosofia del “Total Design” che li contraddistingue, ARUP ha curato ogni aspetto del progetto, mettendo insieme l’esperienza di diversi architetti, ingegneri ed esperti nel settore, dando vita ad un innovativo stadio. L’impianto, che si ispira direttamente alle sinuose geometrie classiche dell’architettura storica circostante, risolve il problema degli accessi attraverso un podio ottagonale che permette la realizzazione di una piazza sopraelevata su cui sorgono gli spalti. 
La silhouette a fiore dell’arena, permette inoltre di privilegiare i posti migliori ed eliminare tutte le sedute più lontane dal campo, in modo da regalare, ad ogni postazione, una visuale perfetta e un’incredibile vicinanza alla squadra. Lo stadio, nella sua tribuna est ospiterà anche il Museo della Fiorentina e un ristorante panoramico con vista sul campo da gioco. Al polo opposto, sulla tribuna ovest, saranno affiancati servizi per gli spettatori, gli atleti e i giornalisti. 48 palchi e un’ampia dotazione di spazi dedicati agli eventi consentiranno, allo stadio, un sua vita anche nei giorni infrasettimanali. 
I principi ispiratori del progetto sono stati la città di Firenze, la sua storia, il suo ambiente e soprattutto i suoi tifosi, a cui è stata dedicata la nuova Curva Fiesole, situata a soli 7 metri dal campo, diventando così il vero cuore pulsante dello stadio Viola. Il progetto rappresenta la sintesi delle migliori tecnologie ed esperienze internazionali impiegate in vari campi. Esempio di spicco è l’utilizzo della realtà virtuale, in fase di progettazione, che ha permesso di verificare la visibilità di ogni singolo posto a sedere. I progettisti quindi, oltre a prevedere la massima funzionalità, hanno massimizzato l’esperienza del tifoso, dedicandosi solo successivamente all'involucro esterno, il cui risultato finale sarà quello di un sipario permeabile alla città e al paesaggio che avvolgerà la scena e si alzerà per accogliere i tifosi viola, mentre una copertura efficiente e leggera fornirà una protezione completa per tutti gli spettatori. 
I lavori, dovrebbero iniziare nel 2019 e avere una durata di due anni.

Photocredits: Courtesy of ARUP
Progettista: ARUP ITALIA
Categorie: Architettura