Al MAXXI la mostra "Re-Cycle, strategie per l'architettura, la città e il pianeta"

Disegni, modelli, video, fotografie, testimonianze e altri materiali per comporre una mappa contemporanea del riciclo: al MAXXI, fino al 29 aprile 2012, si terrà “Re-Cycle, strategie per l’architettura, la città e il pianeta”, la grande mostra dedicata a progetti esemplari di riciclaggio di architetture, città, paesaggi, insieme a opere di artisti, fotografi e media producer. Esposti importanti lavori di architetti e artisti contemporanei: dalla High Line newyorchese di James Corner e Diller Scofidio + Renfro ai dischi di Jimi Hendrix incisi sulla lastra di un cranio fratturato nella Russia della Guerra Fredda, dal progetto di Lacaton & Vassal per la trasformazione del Palais de Tokyo a Parigi ai filmati di Blob che riusano spezzoni di materiale televisivo. E ancora, l’Alvéole 14 a Sainte Nazaire del gruppo LIN, i progetti di rinaturalizzazione selezionati insieme a Harvard University per le shrinking cities in America e in Europa. Ma il concetto di riciclo è indagato anche attraverso idee, parole, musica, oggetti e media di ogni genere. La mostra, curata da Pippo Ciorra, è aperta al pubblico sino al 29 aprile 2012 presso il museo MAXXI di Roma.