Ad Hong Kong iniziano i lavori al Chu Hai College di Oma - Rem Koolhaas

Quarto progetto in Cina per OMA -Rem Koolhaas, che lo scorso mercoledì 11 maggio 2011 ha partecipato alla cerimonia propiziatoria di rottura del suolo ad Hong Kong, dove si apprestano gli scavi delle fondamenta del Chu Hai College. L’architetto olandese, che sta concludendo altri tre progetti nella repubblica popolare – la ricostruzione del CCTV a Pechino, gravemente danneggiato a seguito di un incendio, lo Shenzhen Stock Exchange e il Taipei Performing Arts Centre – era risultato vincitore del concorso internazionale indetto nel 2010. Il polo universitario aprirà le porte nel 2013 ed è destinato ad ospitare, entro i 28.000 mq di superficie disponibile, tre facoltà e due centri di ricerca rivolti a circa 4.000 studenti. L’intero programma funzionale è contenuto entro due edifici a lama, tra loro paralleli e collegati da corpi scala e risalite: nel cuore della hall di ingresso all'aperto, entro le due volumetrie indicate, sono ubicati anche spazi pubblici e servizi speciali; biblioteca, caffetteria, palestra si insinuano nel vuoto generato dalla distanza tra i due fabbricati, orientati in modo da ottimizzare l’apporto di ventilazione naturale e ridurre il fabbisogno di condizionamento. Design sostenibile e massima flessibilità di utilizzo degli ambienti interni – grazie ad un sistema strutturale posizionato all’esterno e coincidente con l’involucro edilizio – sono le caratteristiche del Chu Hai College di OMA – Rem Koolhaas.