Pubblicato il 5 febbraio 2015

PREMI - A tu per tu con i vincitori italiani della quarta edizione degli Holcim Awards

La parte centrale dell’evento del 28 gennaio presso il Salone d’Onore de La Triennale di Milano è dedicata ai vincitori italiani della quarta edizione degli Holcim Awards for Sustainable Construction.

L’evento è stato aperto da Kaspar E.A. Wenger, Holcim Area Manager Central Europe e CEO a.i. Holcim (Italia).

La sostenibilità – afferma Wenger – richiede che le generazioni presenti soddisfino i propri bisogni senza limitare le opportunità delle generazioni future.
L’industria delle costruzioni – prosegue Wenger - contribuisce ampiamente alla sostenibilità globale in quanto ogni elemento costruito modella la nostra vita oggi e in futuro.
Holcim condivide la responsabilità per il futuro del nostro pianeta e della nostra società e si impegna ad offrire a livello globale soluzioni sostenibili.
A seguire interviene Edward Schwarz, General Manager di Holcim Foundation for Sustainable Construction.

Schwarz ricorda i cinque “target issues”introdotti da Holcim Foundation insieme alle università partner per definire e valutare l’edilizia sostenibile:

Progress – Innovazione e trasferibilità.
I progetti devono dimostrare approcci innovativi allo sviluppo sostenibile, esplorando nuove frontiere. L’innovatività può riguardare non solo il progetto, ma anche il processo o la ricerca di fonti di finanziamento. Indipendentemente dalle dimensioni del progetto, esso per essere sostenibile deve essere trasferibile nello spazio e nel tempo. 

People – Standard etici e equità sociale.
I progetti devono rispettare i più elevati standard etici e promuovere l’equità sociale in tutte le fasi della costruzione, dalla pianificazione all’utilizzo, per assicurare un impatto positivo duraturo sulle comunità. 

Planet – Risorse e performance ambientale.
I progetti devono mostrare un utilizzo e una gestione sensibile delle risorse naturali lungo l’intero ciclo di vita. Le questioni ambientali di lungo periodo, in particolare inerenti le risorse di materia e di energia, devono essere parte integrante della filosofia progettuale. 

Prosperity – Fattibilità e compatibilità economica. 
I progetti devono dimostrare di essere fattibili in termini di canalizzazione e gestione dei flussi finanziari in modo equo e responsabile. La soluzione economica scelta deve essere compatibile con le esigenze di tutta la durata della vita della costruzione. 

Place – Impatto estetico e di contesto.
I progetti devono veicolare un elevato standard di qualità architettonica come forma di espressione culturale. Gli elementi estetici devono essere in grado di produrre un contributo positivo e duraturo sul contesto e sull’ambiente.

L’evento si conclude con un rinvio al 20 aprile 2015 per conoscere i vincitori della fase globale della quarta edizione degli Holcim Awards.
Categorie: Architettura