A Torino il nuovo Campus IED di Mario Cucinella

Un cuneo verde all’interno di un’area industriale, incastrato tra i tracciati ferroviari che si diramano: l’area dove sorgerà il nuovo Campus IED (Istituto Europeo del Design) di Torino è un triangolo stretto entro le dotazioni infrastrutturali, una sorta di isola urbana circondata da binari e scali. Roccaforte della ex carrozzeria Ghia, che si avvaleva della assoluta contiguità del trasporto su ferro per muovere e reperire materiale, il sito è destinato a diventare una sorta di oasi culturale e pubblica, un rifugio. Questi gli intenti di Mario Cucinella, vincitore del concorso internazionale per la riconversione del tessuto produttivo: il lotto offrirà 8000 mq di giardino accessibile, percorsi, piazze, luoghi di sosta e passaggio indirizzati a studenti e abitanti di quartiere. Il nuovo complesso dell’Istituto Europeo del Design non è altro che un polmone verde, un nucleo di eccellenza sostenibile nella sua duplice dimensione urbana ed ecologica: accoglie contemporaneamente funzioni private e pubbliche, introduce nuove strategie per il risparmio energetico. Basso impatto ambientale e forte mixitè permeano tanto i fabbricati storici, che verranno recuperati, quanto il nuovo edificio dello studentato: biblioteca, housing sociale, aule didattiche, bar e sale espositive aperte ai visitatori sono le funzioni investite da un ambizioso programma di emissioni zero; nel nuovo Campus IED saranno introdotti fotovoltaico integrato, ventilazione ed illuminazione naturale, sistemi di raffreddamento controllato, impianti per il recupero delle acque piovane. Bioarchitettura e sostenibilità, pubblico e privato, spazi aperti e dotazioni universitarie: la cittadella di Mario Cucinella è un’enclave, una futura risorsa per il capoluogo piemontese che ne attende l’ultimazione per il 2013.
Categorie: Eventi