Pubblicato il 26 febbraio 2013

4th Future Tech Conference

Il futuro delle costruzioni high-tech, sempre all’avanguardia per soluzioni proposte, materiali adottati, strategie impiegate è protagonista della 4th Future Tech Conference, in programma il 14 marzo 2013 a San Francisco con l’obiettivo di esplorare tendenze e possibilità delle tecnologie costruttive, tracciando un diagramma significativo degli orientamenti. Il seminario individua il gap tra visione virtuale e realtà fisica, l’uso del BIM nella progettazione a scala urbana, i software di modellazione avanzata, le offerte messe a disposizione dalla filiera produttiva.
Tra le tematiche del dibattito, a cui prenderanno parte illustri esponenti di aziende del settore, professionisti qualificati e editori, sono individuati alcuni nodi decisivi:

-Elementi di fisica virtuale: come i nuovi software mettono a disposizione strumenti sempre più avanzati di visualizzazione dell’intento progettuale e come stimolano i processi di costruzione. Esponenti leader nel campo mostreranno gli esempi più significativi.
-L’ascesa dei “Super Subs”: le maggiori imprese di costruzione stanno diventando il fulcro centrale per quanto riguarda il ciclo di vita di un progetto a causa della sofisticata esperienza in molteplici settori specifici dell’ambito edilizio.
-Cosa si aspettano i proprietari dal ciclo di vita di un determinato edificio: il dibattito individua la gerarchia di importanza attribuita dai proprietari degli stabili ai differenti elementi tecnologici. Le aspettative devono costituire un back ground su cui effettuare le valutazioni di progetto.
-Progettazione computazionale: la renderizzazione e la modellizzazione di un progetto consentono la visualizzazione di uno stato finale attendibile, che dovrebbe coincidere il più possibile con la realtà concreta. Le più recenti proposte di software che combinano libertà concettuale con rigore scientifico sono esaminate dagli esperti.   
-BIM a scala urbana: la prospettiva delle cosiddette “smart cities”  deve essere esaminata da un quadro di “intelligenza urbana” consentito da un modello digitale. L’applicazione della tecnologia BIM (Building Information Modeling) deve orientarsi in questa direzione, aiutando a chiarire le potenziali opportunità.
-Le applicazioni del mondo delle costruzioni: la conferenza delinea gli strumenti e le applicazioni più significative per quanto riguarda cellulari o tablet nel settore delle costruzioni. Ricercatori aiuteranno a dare uno sguardo all’orizzonte per le applicazioni.

L’appuntamento è atteso presso il centro congressi dello Hyatt Regency di San Francisco il 14 marzo 2013.
Per maggiori informazioni e per registrarsi: http://construction.com/events/2013/futuretechsf/register.asp