Pubblicato il 23 giugno 2016

-49% la differenza tra maggio 2015 e maggio 2016, calo legato al nuovo codice

Dopo i risultati da record dei primi quattro mesi dell’anno, a maggio il mercato ha subito un pesante calo con un crollo del 49,3% su maggio 2015. E’ sicuramente un effetto dell’entrata in vigore del nuovo Codice degli Appalti che ha anche determinato il dissolvimento degli appalti integrati, da 146 in aprile a 6 in maggio. Rimane comunque ancora positivo il bilancio dei cinque mesi del 2016 sul 2015, +9,7% in numero e +59,3% in valore, a maggior conferma di un anno che è partito bene. Infatti, secondo l’aggiornamento al 31 maggio 2016 dell'osservatorio OICE-Informatel, le gare per servizi di ingegneria e architettura bandite nel mese sono state 357 (di cui 67 sopra soglia), per un importo complessivo di 21,1 milioni di euro (13,2 sopra soglia). Rispetto al mese di maggio 2015 il numero delle gare cresce del 23,5% (+123,3% sopra soglia e +12,0% sotto soglia), ma il loro valore cala del 49,3% (-53,8% sopra soglia e -39,2% sotto soglia). Ancora in campo positivo, come detto, il confronto dei primi cinque mesi del 2016 rispetto al agli stessi mesi del 2015: da gennaio a maggio 2016 sono state bandite 1.714 gare per un importo complessivo di 296,1 milioni di euro che, rispetto al 2015, crescono del 9,7% nel numero (+53,8% sopra soglia e +5,7% sotto soglia) e del 59,3% nel valore (+105,7% sopra soglia e -23,9% sotto soglia).
(fonte OICE)
Categorie: Mercato