(produzione) Prefabbricazione per l'edilizia sociale: il Sistema Domus

Il Sistema Domus è stato ideato da DLC come processo industriale per la realizzazione di nuovi insediamenti e per dare risposta alle pressanti esigenze sia dai paesi in via di sviluppo sia da quelli già industrializzati.
Il sistema ha recentemente avuto un’evoluzione importante, dopo essere stato proposto con successo in paesi caratterizzati da temperature invernali molto rigide, dove è necessaria una produzione al chiuso, in ambiente controllato. Non volendo addentrarci nelle caratteristiche tecniche e tecnologiche del Sistema Domus è qui opportuno riassumere schematicamente le innovazioni che costituiscono una novità assoluta in campo internazionale:
-possibilità di realizzare grandi luci con solai fino a 12 m, a misura di appartamento e non di stanza;
-processo di montaggio totalmente a secco, basato sui collegamenti meccanici con tolleranze minime. In questo modo il montaggio non risulta condizionato dal clima esterno;
-le finiture degli elementi di tamponamento sono realizzate in fabbrica, eliminando la necessità di ponteggi in cantiere;
-le finiture interne con tecnologia a secco e gli impianti preassemblati sono realizzati in stabilimento (compresi blocco bagno e blocco cucina), in modo da far coincidere la fine del montaggio con la consegna dell’edificio;
-il sistema garantisce caratteristiche tecnologiche di ottimo livello e comunque adattabili a qualunque clima: isolamento perimetrale variabile, pareti ventilate, assenza di ponti termici;
-la realizzazione dei componenti del sistema interamente in fabbrica realizza un processo industriale controllato e certificato;
-il sistema, inoltre, permette la realizzazione di differenti tipologie abitative (torri, linee, schiere) con altezze anche considerevoli e possibilità espressive molto diversificate (balconate, grandi vetrate, arretramenti e aggetti, ecc.)
-il sistema è concepito per la massima dotazione possibile di finiture esterne e interne e di un’impiantistica di ultima generazione (predisposizione domotica, classe energetica A, pannelli solari, geotermia, zero consumi, zero emissioni, ventilazione controllata, ecc.).
Con tali caratteristiche il sistema più che prefabbricato può essere definito a totale industrializzazione.
La casa prodotta industrialmente consente una riduzione sensibile di incidenza della mano d’opera e dunque una maggiore precisione poiché i difetti manuali sono evitati. 

Autore: Alberto Dal Lago
Pubblicato su Modulo 377/2012