Focus: ACCIAIO
Pubblicato il 18 maggio 2010

(formazione) Nuova sede Campari: la trave a ponte

Non è tanto la luce della trave in acciaio a ponte della Nuova Sede Campari, seppur considerevole con i suoi 24 metri, a stupire, quanto la sua altezza (8,10 m) e il fatto che porti tre impalcati adibiti ad uffici di 14 metri di larghezza. 
 Questa enorme opera di ingegneria è realizzata con dei tubolari posizionati in diagonale, visibili anche dall’esterno e che caratterizzano inconfondibilmente l’edificio, soprattutto la vista notturna. 
 “La richiesta degli architetti”, racconta Emanuele Alborghetti, progettista delle strutture in acciaio, “è stata quella di volere le diagonali a diametro esterno costante di 27,3 cm. Per questo motivo, dal momento che i tubolari in acciaio devono rispondere a sollecitazioni strutturali diverse, a seconda della posizione, abbiamo dovuto variarne lo spessore.” 
 I tubolari hanno infatti uno spessore variabile da 1 cm a 8 cm circa. Gli impalcati degli uffici “sospesi” sono realizzati con delle travi alveolari forate per permettere il passaggio orizzontale dell’impiantistica, una soluzione utilizzata soprattutto nel nord Europa, poco italiana, e che sfrutta gli spazi strutturali esistenti senza obbligare a eccessivi ribassamenti controsoffittati. 
 Per il passaggio in verticale degli impianti, non potendo fare calate dall’alto, essendoci sotto il vuoto e la storica palazzina, sono stati realizzati dei cavedi termici a ridosso dei vani scala. 


Pubblicato su Modulo 361/2010