(produzione) Diesel Headquarters: strategie energetiche

La nuova sede Diesel Headquarters di Breganze, progettata dallo Studio Ricatti ed ultimato nel settembre 2010, si configura come un complesso terziario all’avanguardia per soluzioni tecnologiche utilizzate (impianto fotovoltaico, tetti verdi, impianto di trigenerazione, recupero delle acque meteoriche), struttura e finiture civili (solai con materiale alleggerito, parti opache e trasparenti esterne altamente performanti), sistemi centralizzati di gestione e controllo (gestione del sistema di ombreggiamento con tende esterne avvolgibili e pannelli schermanti in legno orientabili), controllo delle condizioni interne di comfort ambientale (locali con bassi livelli di pressione sonora e isolati, diffusione dell’aria con travi fredde, riscaldamento delle aree di maggiore estensione con pannelli radianti). Il riferimento al protocollo internazionale LEED ha orientato la sostenibilità dell’intero comparto edilizio, riducendo il suo impatto ambientale e limitandone fortemente il fabbisogno annuale. La volontà di contenere i consumi energetici espressa dalla committenza stessa, non solo per soddisfare i requisiti minimi di legge, ma per realizzare un centro direzionale che si avvicinasse il più possibile ai parametri di edifici a basso consumo, si è tradotta nello studiare con molta attenzione le stratigrafie dell’involucro esterno per ottenere dei coefficienti di trasmissione termica bassi. Le prestazioni dei materiali utilizzati presentano valori di trasmissione termica inferiori ai limiti di legge validi dal 1/01/2010, con prestazioni superiori da 10% fino oltre 20% (superfici vetrate). I coefficienti di progetto considerati per le superfici vetrate, che hanno una grande estensione in questo insediamento, consentiranno di contenere notevolmente i consumi energetici. Infatti tutto il complesso degli uffici e Auditorium è stato classificato in Classe A con l’Indice Energia Primaria per il riscaldamento (EPi) pari a 2,97kWh/m³anno, mentre per l’edificio dedicato all’asilo è stato classificato A+, con valore di EPi pari a 0kWh/m³anno. I serramenti delle facciate del complesso uffici, fornite dalla Schüco International Italia e certificate EN13830 secondo la norma CE per la tenuta aria-acqua-vento e resistenza agli urti, rappresentano la parte più importante per dimensioni di tutto l’insediamento e sono realizzati con una struttura in alluminio preverniciato e vetrocamera (vetro esterno temperato da 8mm, camera con gas argon da 16mm e internamente un vetro stratificato 4+4 basso emissivo con interposto PVB). Finestre ed infissi sono stati studiati ad hoc per questa bioarchitettura dal Centro Prove di Schüco Italia, dove è stato concretizzato il connubio tra estetica ed efficienza, assicurando una corretta ventilazione ed illuminazione negli ambienti di lavoro. Le facciate della corte interna piccola sono state protette da frangisole fissi orizzontali in alluminio rivestito in legno, con camminamenti esterni per la manutenzione. A tale proposito, è stata eseguita, in fase di studio, una simulazione dell’efficacia dei frangisole, per verificare l’effettivo ombreggiamento che si poteva raggiungere nelle diverse stagioni dell’anno ed ore del giorno, utilizzando il programma di simulazione Ecotect. Sulle facciate esterne e della corte grande, esposte a Sud, Est e Ovest, al fine di contenere i consumi energetici, sono state installate delle tende esterne a rullo comandate da sensori, che a seconda del carico di irraggiamento solare, comandano automaticamente l’alzarsi o l’abbassarsi delle medesime. A conferma del raggiungimento degli obiettivi della sostenibilità, questo nuovo complesso può vantarsi oggi di esporre al proprio ingresso, la targa con la certificazione energetica “Classe A”, rilasciata con il supporto tecnico del Politecnico di Milano, che ha fornito la propria consulenza sugli aspetti di certificazione energetica. 

Pubblicato su Progetto Energia 66/2011