CBRE AMADEO 59

Il progetto Amadeo 59 è costituto da due corpi di fabbrica di 5 piani ognuno, destinati ad uffici, connessi da un blocco centrale a tutta altezza contenente la reception ed i collegamenti verticali principali. Gli spazi interni sono caratterizzati da flessibilità e luce, ed oltre agli uffici sono previsti alcuni spazi comuni e una grande caffetteria al piano terra. Per vincoli legati alla bonifica e messa in sicurezza del sito, i parcheggi sono stati realizzati leggermente rialzati rispetto alla quota strada (quota +1.25 mt). Allo stesso livello si trova anche l’ingresso principale dell’immobile a cui si accede tramite una grande rampa pedonale leggermente inclinata pavimentata con in conglomerato architettonico. Le pareti verticali che chiudono la piastra parcheggi, nella zona immediatamente adiacente l’ingresso, sono rivestite in pannelli di legno ad alta densità, lo stesso materiale “penetra” all’interno dell’immobile e riveste completamente le pareti laterali della hall a tutt’altezza. Il disegno del rivestimento dell’atrio d’ingresso è stato concepito per sottolineare i rapporti fra pieni e vuoti, determinati dalle aperture che dall’interno degli uffici si affacciano sul grande volume della Hall. Lo stesso ritmo e le stesse caratteristiche dimensionali sono state riportate nel disegno del sistema di illuminazione appositamente progettato per questo ambiente. Nel grande atrio affacciano tutti gli sbarchi ascensori, caratterizzati da balaustre in vetro che concorrono ad aumentare la spazialità del grande volume della hall. Al primo livello, la copertura del parcheggio diventa un giardino pensile dal quale spiccano i due corpi di fabbrica. Il giardino è stato “disegnato” in contrapposizione ai volumi puri delle due palazzine, individuando percorsi organici segnati tramite grosse lastre di pietra bianche annegate nel grande prato. Anche per la parte pavimentata si è scelto un linguaggio di irregolarità segnato da i corpi illuminati lineari incassati che non rispettano nessuna “regola” compositiva. Lo stesso criterio di assoluta irregolarità, o apparente irregolarità, è stato applicato per la progettazione del sistema frangisole esterno, costituito da grandi pale in alluminio estruso, la cui sezione ed ingegnerizzazione è stata appositamente studiata per il progetto di Amadeo 59. La precisa collocazione in senso verticale e lo studio meticoloso della grandezza delle pale che sono serviti a verificare la massima percentuale di ombreggiamento ottenibile sulla facciata vetrata, senza inficiare la visibilità verso l’esterno da parte degli utenti dell’immobile, vengono annullati da un gioco di colori sulle tonalità del verde (a cui si aggiunge il bianco) che distribuiti “casualmente” sui prospetti, restituiscono un effetto “random” di forte impatto visivo e conferiscono riconoscibilità dell’immobile. I piani tipo ad uffici sono caratterizzati dal fatto di avere una grande altezza libera, dalla facciata interamente vetrata, ed da una pianta regolare che consentirà il massimo sfruttamento degli spazi e la massima flessibilità distributiva. Ogni semipiano è dotato di due blocchi di servizi igienici, ognuno con il proprio servizio per disabili, oltre a due uscite/scale di sicurezza. Ogni palazzina ha al suo interno un montacarichi dedicato che collega tutti e sette i piani fuori terra dell’immobile, dal livello ingresso/autorimessa ai depositi situati nel sottotetto. Amadeo 59 sarà certificato LEED. La certificazione LEED (leadership in Energy and Environmental Design) ha come obiettivo il risparmio di risorse, l’efficienza energetica, la selezione dei materiali e la qualità dell’ambiente interno. In relazione al risparmio energetico sono state previste diverse tecnologie tra le quali: sistemi di facciate ad alta prestazione, schermi solari interni, isolamento interno ed esterno ad alta performance,uso di illuminazione a basso consumo, sistema di condizionamento con pompe di calore ad alta efficienza.
Realizzazioni