Produttore: 

Stabilimento Ursa a Bondeno (FE)

Un manto di copertura con una struttura a secco altamente tecnologica.
Nella nuova realizzazione dello stabilimento Ursa Italia a Bondeno, nel ferrarese, la multinazionale dell’isolamento ha scelto una struttura a secco estremamente performante e altamente tecnologica per il manto di copertura.
Lo studio ArchLiving, partner di Ursa per la progettazione strutturale e la direzione lavori di questo intervento, ha ritenuto che questa tecnologia fosse perfettamente rispondente ai requisiti di sicurezza, semplicità, flessibilità funzionale ed organizzativa dell’oggetto edilizio. Il progetto dell’elemento prevede una struttura piana composta da lamiera grecata, al di sopra della quale è posizionata la barriera al vapore Ursa Seco Pro 60.
La parte coibente sovrastante è formata da due pannelli arrotolati Ursa Glasswool SF 32 Solarwool, per un totale di 180 mm di spessore. La copertura si completa poi con uno strato di pannelli in legno e un manto impermeabile sintetico.
Questa tecnologia, nel complesso estremamente leggera seppur altamente resistente, ha consentito la realizzazione di una chiusura orizzontale dalle ottime prestazioni acustiche e termiche, come dimostrato dal valore della trasmittanza termica stazionaria pari a U = 0,165 W/m2 K e della trasmittanza termica periodica corrispondente a YIE= 0,126 W/m2 K.
Inoltre, il vantaggio della copertura a secco, grazie al suo peso contenuto, è quello di avere una massa eccitabile che, in presenza di azioni telluriche, risulta estremamente limitata.
Ciò ha permesso di dimensionare il telaio strutturale in acciaio rivelatosi efficace ed efficiente anche in termini economici: ne è conseguita l’ottimizzazione dei profili di carpenteria metallica per le colonne e per i controventi verticali. Il nuovo impianto URSA, che sarà operativo da dicembre con oltre 5.000 metri quadrati di superficie coperta, rappresenta la risposta dell’azienda al fermo produttivo all’indomani del terremoto di maggio 2012. Proprio da qui è derivata la necessità di disporre di un involucro decisamente innovativo, antisismico e a bassissimo impatto ambientale, in linea con la filosofia aziendale Ursa sintetizzata nella mission “L’isolamento per un domani migliore”. La scelta progettuale per la copertura della nuova costruzione rappresenta agli occhi dei progettisti l’applicazione concreta delle soluzioni coibenti maggiormente prestazionali proposte dall’azienda sul mercato italiano.
305 posts in Referenze