GARIBALDI 123 - WORK IN PROGRESS

L’intervento riguarda un edificio affacciato su C.so Garibaldi trasformando una vecchia struttura ricettiva in un moderno organismo residenziale di lusso prevalentemente suddiviso in appartamenti.
Nel progetto sono stati ripresi i rapporti volumetrici e gli allineamenti del basamento dell’immobile confinante a sud in modo da rispettare l’antico profilo stradale. Dal primo piano in su invece il prospetto è stato ricucito all’edificio attiguo opposto, componendo una nuova facciata moderna che mette in evidenza la linearità dei marcapiani e conferisce all’edificio un significato più domestico tramite delle logge panoramiche protette da parapetti in vetro.
Grazie all’adeguamento delle strutture ed al riposizionamento del corpo scala-ascensore sono state organizzate con varietà e razionalità le nuove tipologie delle unità residenziali proponendo soluzioni che si sviluppano anche in duplex o pluripiano. L’edificio è stato arricchito ai vari piani da spazi residenziali eterogenei che lo coinvolgono in modo innovativo nella qualità dell’abitare ed al di là delle funzioni. Il piano copertura infine è organizzato come un giardino pensile a servizio dell’ultimo livello residenziale, ingentilito anche da pergolati in modo da mitigare gli elementi impiantistici. Per migliorare il rapporto architettonico e visivo con la chiesa, autentico elemento eccezionale, è stata proposta una nuova composizione del fronte in grado di dialogare positivamente con il contesto.
Su corso Garibaldi prende forma un prospetto tripartito razionale e modernamente classico, segnato da marcapiani sagomati in pietra naturale (granito bianco di Montorfano) e ritmato verticalmente da serramenti metallici color bronzo oscurabili tramite lamelle lineari orientabili dello stesso colore.
La partizione di facciata si alleggerisce cromaticamente e matericamente (rivestimento metallico color bronzo) agli ultimi due livelli e in copertura si adegua gradualmente alle altezze degli edifici vicini. Il prospetto interno al lotto invece viene ricomposto centralmente con la medesima coerenza linguistica, introducendo sulle pareti laterali delle parti in intonaco color avorio mentre l’uso moderato del verde nel progetto diventa elemento di decoro del cortile e soprattutto delle parti a terrazzo. Crediti fotografici: Arassociati
1594 posts in Realizzazioni