UFFICI CARLYLE GROUP

L’edificio progettato da Andrè Straja e Jim Goring insieme allo studio PLG è localizzato a Milano all’interno della cerchia dei Navigli, in prossimità del parco delle Basiliche e di Piazza della Vetra, e riguarda il recupero di un obsoleto edi.cio per uffici risalente agli anni Sessanta. L’obiettivo di progetto è di trasformare l’edificio in un moderno e funzionale luogo di lavoro. Flessibilità, luminosità, efficienza, qualità e valorizzazione immobiliare degli spazi sono gli elementi sui quali hanno lavorato i progettisti al fine di ottenere un immobile per uffici capace di rispondere alle dinamicità delle aziende italiane e internazionali. Per recupero architettonico si è inteso il mantenimento della giacitura dell’edificio e delle strutture portanti, con la riorganizzazione completa degli spazi interni e il ripensamento delle facciate in funzione delle necessità estetiche e funzionali di efficienza energetica.

L’edificio di cinque piani fuori terra e due interrati è stato svuotato fino a renderlo uno scheletro formato da solette e pilastri per poi essere trasformato in uno spazio con piani open space, pavimenti sopraelevati e impiantistica evoluta. Lo spostamento e la traslazione dei metri quadri si sono rivelati decisivi per riempire la manica dell’edificio (i balconi preesistenti) oltre a rivalutare i metri quadri disponibili, conferendo più valore commerciale all’immobile. Il prospetto principale verso Via della Chiusa esposto a ovest è stato completamente ripensato attraverso la creazione di una doppia facciata sospesa di vetro strutturale con un frangisole di legno che raccorda l’edificio recuperato a quello adiacente. La doppia facciata è un importante contributo all’efficienza ambientale. Il doppio involucro migliora il comfort interno grazie alla riduzione della sovraesposizione solare in estate e in inverno e svolge la funzione di efficace barriera acustica nei confronti del canale urbano su cui si affaccia. Al crepuscolo grazie un sistema di illuminazione a led la facciata si colora di mille sfumature multicolori.

Un’altra importante scelta caratterizzante l’intervento è la chiusura della rampa di accesso ai posteggi interrati su Via della Chiusa e la sua sostituzione con un montacarichi sul retro dello stabile. L’eliminazione della rampa davanti ha valorizzato lo spazio seminterrato retrostante, permettendo di rendere totalmente fruibile lo spazio seminterrato e consentire il recupero di superficie utile. Questa soluzione ha anche permesso la creazione, laddove sorgeva la rampa, di due giardini pavimentati di legno, che donano luce ai grandi spazi per uf.ci ricavati al piano seminterrato e rialzato. All’ultimo piano, dove si può godere di una splendida vista sul Parco della Basiliche, è stata ricavata una terrazza pavimentata in legno e spazi per conferenze.Crediti fotografici: GaS Studio
1594 posts in Realizzazioni