AMPLIAMENTO TERMINAL MARCO POLO DI VENEZIA

One Works ha completato la prima fase dell’importante piano di sviluppo dell'aeroporto Marco Polo, con ampie e nuove strutture accuratamente integrate nel tessuto esistente dell'aeroporto. Lavorando a fianco di SAVE Engineering, One Works - società di progettazione e consulenza globale specializzata nell'architettura e nell'ingegneria dei trasporti - ha operato sulle complesse sfide architettoniche e strutturali che hanno portato l'aeroporto ai più elevati standard, necessari ad affrontare il futuro. L'ampliamento si esprime in una nuova piazza di ben 280 metri di lunghezza, caratterizzata da un maestoso tetto a griglia che permette alla luce del sole di filtrare, illuminando così il cammino e il flusso dei passeggeri sottostanti.
L'aeroporto Marco Polo è un’infrastruttura di trasporto chiave del Nord Italia, con un numero crescente di passeggeri che utilizzano i suoi collegamenti, grazie ad una strategia di sviluppo che include tutti i segmenti di traffico. Questo gateway è il terzo hub intercontinentale del Paese, poiché offre collegamenti diretti verso il Nord America ed il Medio Oriente. La riconfigurazione del Marco Polo si basa su un piano di sviluppo, che prevede un investimento di 800 milioni di euro tra il 2012 e il 2021, volto a trasformare radicalmente l'aeroporto per accrescere il traffico, senza comprometterne la sicurezza e l'efficienza. Nel 2016, l'Aeroporto Marco Polo ha completato il Water Terminal (un nuovo terminal di 5.000 mq posto lungo il lato nord est della Darsena che collega i passeggeri ai moli); un percorso pedonale sopraelevato dotato di tappeti mobili; una centrale elettrica di trigenerazione, caserme per i vigili del fuoco locali e la Guardia di Finanza.

Pubblicato su Modulo 408/2017
1630 posts in Realizzazioni