Riduzione dei costi di gestione e validità concettuale dell'edificio

Sensori e software si sostituiscono agli impianti, rendendo l’edificio più intelligente e capace di valorizzare le risorse naturali e riducendone, così, i costi di gesitione. 

Sezione muraria, forma compatta, rapporto tra finestre e muratura, sfoghi interni alla sezione: è con il controllo di questi parametri che, in fase progettuale, è possibile migliorare le prestazioni energetiche dell'edificio riducendone al contempo i costi di manutenzione e gestione, come fatto da BE nell'edificio per uffici 2226 a Lustenau. In aggiunta a questo, la tecnologia, nella forma di software e sensori, più che di condizionatori, caldaie ed altri impianti, viene in aiuto ed aiuta a raggiungere i requisiti energetici posti come obiettivo.
Risultato di questi accorgimenti è un edificio  con un coefficiente di trasmittanza termica altamente favorevole.
La validità concettuale ed estetica dell’edificio, così come il sistema di controllo energetico, grazie alla riduzione di elementi aggiuntivi (impianti per il controllo del comfort interno) al minimo, restano invariati con il passaggio del tempo, facendo di questo edificio per uffici a Lustenau un esempio architettonico e costruttivo perseguibile. Infatti, la richiesta di manutenzione e spesa di gestione è stata abbassata notevolmente, spostando la concentrazione su soluzioni intelligenti ed efficaci a scapito di una fase progettuale senza costrizioni e che si affidi a strumenti meccanici aggiuntivi per raggiungere il miglior grado di benessere interno.
2306 posts in Post