In-chiostro creativo Talk

Durante i giorni del Salone del Mobile, la manifestazione In-chiostro creativo alle Orsoline di San Carlo in via Lanzone 53 si anima con molti talk, per portare i temi dell’architettura e della città all’attenzione dei tanti ospiti della settimana del design milanese. Ecco il programma completo, giorno per giorno. 
 Poiché la sala ha posti limitati e per ogni talk sono stati richiesti i crediti formativi al CNAPPC, consigliamo di iscriversi per tempo. 

I BIG ESPORTANO IL MADE IN ITALY - Martedì 12 Aprile ore 11 
Due big dell’architettura e dell’ingegneria, Citterio-Viel e Permasteelisa, affrontano – mediante una serie di casi studio – l’approccio sistematico per affrontare i mercati esteri nel complesso processo d’internazionalizzazione, aprendo filiali, innovando il metodo e integrando le competenze. Un dialogo tra i BIM manager di entrambe le realtà, è volto ad approfondire molti aspetti di questo approccio/strumento, indicato dalle Direttive del Parlamento Europeo, come elemento cardine per dare efficienza alla progettazione, alla costruzione e alla gestione degli edifici, fornendo al tempo stesso maggiore qualità già in fase preliminare e contenimento di tempi e costi. 

PROMUOVERE E REALIZZARE IN ITALIA - Martedì 12 Aprile ore 17 
Cosa significa oggi esercitare la professione dell’architetto in Italia? Quali relazioni con la committenza? Con la Pa? Con le aziende che ingegnerizzano le idee per trasformarle in realtà? Due studi come DFA Partners e Del Boca e Partners raccontano la propria esperienza mettendo in luce criticità e punti di forza. Il primo con particolare attenzione al tema dell’edilizia residenziale e al recupero di ex aree industriali per nuove destinazioni d’uso, approfondendo lo studio sull’abitare contemporaneo e il difficile dialogo con la pubblica amministrazione. Il secondo valorizzando il tema della progettazione completa, dalla pianificazione degli spazi, agli arredi e alle finiture, con il valore aggiunto della sinergia con le aziende.

ARCHITETTI CON DNA EUROPEO - Mercoledì 13 Aprile ore 11 
Dall’Erasmus a EasyJet le radici italiane sviluppano successi internazionali: giovani leve e studi più affermati utilizzano nuovi modi di concepire la progettazione, per affrontare il mercato oltre confine. Emerge una capacità progettuale fondata sul desiderio di esplorare nuove strade, su dettagli artigianali-sartoriali e sull’approccio fiero di chi ha vissuto all’estero e desidera esportare lo stile e i materiali, che hanno reso grande il Made in Italy. Questi studi sanno lavorare in rete, con colleghi sparsi a diversi fusi orari, raggiungendo il modello di un laboratorio attivo 24/7. L’incontro si svolge con un faccia a faccia tra quattro realtà: quella più matura di 5+1AA e di TAM associati, quella intermedia di Mab Arquitectura e la più recente di Demogo, giovani talenti dell’architettura italiana 2015. Questi architetti, più europei che italiani, lavorano all’insegna delle nuove tendenze e rivisitano i connotati tradizionali della professione. 

UNA STORIA DI SUCCESSO MONDIALE - Mercoledì 13 Aprile ore 16 
Dopo la lezione italiana, l’orizzonte si allarga con un ospite d’eccezione: il talento internazionale Ma Yansong dello studio Mad Architects, che racconterà la sua esperienza dalla Cina all’America, alla conquista del mondo.
Ma è laureatosi a Pechino, ha conseguito un Master in Architettura presso la Yale University. I suoi principali progetti sono opere fantastiche, tra cui le Absolute Towers, Hutong Bubble 32, il Museo Ordos, il Museo di Scultura lignea cinese e Fake Hills. Molti i premi: nel 2006 “Young Architects Award” di Architectural League di New York. È il primo architetto cinese a ricevere una borsa di studio RIBA. Nel 2012, il suo progetto iconico “Absolute Towers” due torri residenziali a Mississauga, Canada è stato nominato “Best Tall Building in America” da parte del Council on Tall Buildings and Urban Habitat (CTBUH). 

ENERGIA IN CITTA'. L'ENERGIA DELLA CITTA' - Giovedì 14 Aprile ore 11 
Come possono il masterplan energetico di una città o il design di un’automobile o ancora la politica delle Utility incidere sulla qualità della vita dei cittadini? Come si riescono ad ispirare comportamenti virtuosi nei singoli, negli imprenditori, nelle Pa, riducendo consumi e costi? Che ruolo hanno le banche in un programma di efficientamento energetico? Alle 5 Vie nell’ambito del progetto In-chiostro creativo si propone un focus sulla sostenibilità energetica e sul rapporto che il design intreccia con l’arredo urbano, l’efficienza domestica e la mobilità. I protagonisti sono invitati a confrontarsi su opportunità, buone pratiche, criticità e occasioni di progetto, mettendo in evidenza tendenze e indagando business model di successo, da applicare in iniziative che vedono la co-partecipazione di pubblico e privato. 

EXPO MILANO: LA SMART CITY ITALIANA - Giovedì 14 Aprile ore 17 
Progettazione e costruzione di infrastrutture, gestione dei rifiuti, realizzazione di vie d’acqua, gestione di migliaia di aziende e di commesse complesse in spazi e tempi limitati, facilitazione dei rapporti e delle interferenze, connessioni con il mondo. Per Expo Milano 2015 è stata realizzata una smart city: un’area di 110 ettari è stata cablata, connessa e controllata costantemente. Metropolitana Milanese racconterà nei dettagli il modello italiano e l’esperienza milanese testata sul campo per essere esportata oltre confine. 

FARE E RACCONTARE ARCHITETTURA - Venerdì 15 Aprile ore 11 
Il seminario intende approfondire i nuovi strumenti di comunicazione, attraverso l’esperienza di chi di design, architettura e città se ne occupa quotidianamente con il progetto, con la scrittura e con il dialogo aperto con gli operatori del settore.
Un confronto su storytelling in architettura, tra il vice direttore di Domus Donatella Bollani, l’architetto veneziano Alberto Cecchetto e l’architetto e critico Maria Vittoria Capitanucci. Un confronto aperto su comunicazione, informazione e promozione. 

DESIGN CHANGE - Venerdì 15 Aprile ore 17
Anche in virtù della vitalità con cui le immagini vengono veicolate sulla rete e condivise attraverso i social network, molti ambienti legati al contract necessitano di un continuo mutamento e aggiornamento del proprio look. Il consumo veloce delle immagini ha evidenti ricadute sull’appeal dell’ambiente costruito. Dall’allestimento temporaneo al cantiere a secco, il mondo della progettazione e dell’esecuzione sta attraversando un profondo cambiamento: complici le tecnologie digitali. Le tecniche di decorazione, che provengono dal mondo degli allestimenti temporanei sempre più stanno invadendo il mondo dell’architettura (dall’interior alle facciate) offrendo opportunità innovative per tutti gli attori del progetto.
Prodotti e tecnologie: 
Categorie: 
2348 posts in Post