Il Museo Yves Saint Laurent apre a Marrakech

E’ stato inaugurato il 19 ottobre scorso il Museo Yves Saint Laurent a Marrakesh, non lontano dai Jardin Majorelle, dove si trova la villa dello stilista. Dedicato ad uno dei più importanti couturier francesi della contemporaneità, l'edificio è stato realizzato da Karl Fournier ed Oliver Marty, il duo di architetti parigini dello Studio KO
L’edificio, di una superficie di 4.000 mq, comprende tre spazi per le esposizioni permanenti e le mostre temporanee, un caffè/ristorante, un bookshop, una biblioteca ed un auditorium. Il museo è realizzato quasi come un abito: l’esterno si presenta come una texture di cubi frastagliati – mattoni color ocra – che richiamano la trama di un tessuto e consta di pieni e vuoti, materiali lisci e ruvidi, volumi circolari e quadrati; l’interno è, al contrario, liscio, spoglio, luminoso. 
Al piano interrato c’è il dipartimento di conservazione: un ambiente la cui temperatura – che a Marrakech arriva anche ai 40 gradi – è tenuta sotto controllo da sofisticati sistemi hi-tech in grado di anticipare, prevenire e ostacolare il deterioramento naturale che potrebbe invecchiare o danneggiare la collezione permanente (di 5.000 abiti), 15.000 accessori di alta moda, oltre a migliaia di disegni dello stilista. 
Per l’apertura si è tenuta la mostra di André Rau, che negli Anni 90 fotografava Catherine Deneuve per le vie di Marrakech con indosso le icone di YSL, oltre all’allestimento interattivo dello scenografo Christophe Martin nella main hall e l’esposizione dedicata a Jacques Majorelle.
Categorie: 
2408 posts in Post