CNCC “DEEP RENOVATION”. Seconda edizione per l’appuntamento dedicato al tema della riqualificazione

20 aprile 2017, Palazzo Mezzanotte Milano

E’ giunto alla seconda edizione il convegno “Deep Renovation” promosso da CNCC: appuntamento imperdibile per i player del mercato che si propone di affrontare le tematiche inerenti alla “riqualificazione radicale” delle strutture commerciali esistenti, all’insegna di Sostenibilità, Tecnica e Architettura. Fil rouge tra le due edizioni la tematica della valorizzazione di strutture dismesse e aree in degrado, nell’ottica di costruire centri commerciali senza sfruttare nuovo suolo e, nel contempo, di rivitalizzare l’area in questione, sia dal punto di vista ambientale che sociale ed economico. 
Sul palco un ampio ventaglio di interventi da parte di player autorevoli del settore, per conoscerne visioni e strategie; nella Tavola Rotonda “Il Centro Commerciale naturale”, il parterre ha visto protagonisti alcuni tra i maggiori progettisti italiani, a testimonianza di un segmento sempre più importante per la riqualificazione socio-economica dei centri storici. Spazio quindi a progetti di grande impatto e innovazione: “Cordusio 2020”, che da cuore finanziario milanese si sta trasformando in grande piazza commerciale; un progetto di livello internazionale che riqualificherà il centro cittadino all’interno di un processo più generale di valorizzazione del centro storico. 
Per quanto riguarda le case history, oltre ai contributi di brand del calibro di Auchan, IKEA segnaliamo che per la prima volta in Italia ha parlato WALLTOPIA, società bulgara specializzata nel leisure - percorsi salute e pareti indoor da scalare. Nel panel anche il progetto FICO (Fabbrica Italiana Contadina) come esempio di riqualificazione di un’area comunale degradata: una EXPO permanente a Bologna, dedicata alle eccellenze dell’agroalimentare italiano. 
Non sono mancate testimonianze e contributi focalizzati sugli aspetti tecnico-impiantistici, legati agli immobili e al consumo energetico, nell’ottica di ottimizzare il più possibile il ciclo di vita dello shopping center; mentre, dal mondo accademico, segnaliamo il contributo di Luca Tamini, Docente di Progettazione urbanistica di strutture commerciali presso il Politecnico di Milano, che ha affrontato il tema “Sostenibilità: ricadute positive sul territorio (socio-economiche)” individuando proprio nell’efficientamento tecnico in chiave sostenibile il punto di forza della trasformazione del moderno centro commerciale. 
Massimo Moretti, Presidente CNCC, Head of Retail Beni Stabili SIIQ: “Intendiamo proseguire un percorso evolutivo del nostro settore, sia dal punto di vista della qualità architettonica che della sostenibilità e innovazione, con standard sempre più alti. Per ottenere questi risultati è necessario che si instauri un dialogo proficuo tra i vari attori, coinvolgendo in primis il settore dell’edilizia, affinchè vengano consegnati alla cittadinanza immobili di qualità; e in secondo luogo attraverso le partnership tra Pubblico e Privato, come quella che l’Associazione sta portando avanti con l’Agenzia del Demanio per il recupero e la valorizzazione di edifici pubblici in centro città. La nostra industria vuole raggiungere al meglio questi obiettivi, con l’auspicio che questo sviluppo e aggiornamento ci permetta di poterci allineare ai Paesi Europei.” 

Al termine dei lavori sono stati proclamati i vincitori della prima edizione dei “Design Awards”, il nuovo riconoscimento lanciato da CNCC per premiare i Centri Commerciali più virtuosi dal punto di vista di Tecnica, Sostenibilità e Qualità architettonica. Una Giuria composta da membri del CNCC oltre che da esperti esterni del settore - Esmeralda Cappellini (CBRE), Leonardo Cavalli (One Works), Paolo Facchini (Lombardini22), Massimo Moretti (CNCC/Beni Stabili SIIQ), Luca Tamini (Politecnico di Milano), Corrado Vismara (Larry Smith), Roberto Zoia (IGD SIIQ) - ha esaminato le candidature suddividendole nelle 2 categorie “New shopping center” e “Refurbishment”; ciascuna di queste è stata ulteriormente suddivisa in base alle superfici della GLA (da 5.000 mq a 30.000 mq; oltre 30.001 mq). Sono stati premiati con l' ”Award” per la categoria “Refurbishment” il Centro dei Borghi e il Centro*Arezzo; mentre si aggiudicano i “Certificate of Merit” nella categoria “New Shopping Center” Scalo Milano City Style e Elnòs Shopping; e nella categoria “Refurbishment” il Centro Auchan Porte dell’Adige, il Centro Maremonti, e Valmontone Outlet. 
Commenta Paolo Facchini, Presidente Commissione ATS di CNCC, Chairman & Partner Lombardini22 – “Le proposte in gara erano estremamamente interessanti, con evidenti eccellenze. Mi preme però sottolineare due punti su cui è necessario lavorare ancora ai fini di un miglioramento sempre più evidente in materia di efficienza energetica, ottimizzazione e razionalizzazione delle risorse. Mi riferisco all’utilizzo di nuove tecnologie nei materiali, e agli standard di sostenibilità, che dovrebbero essere più elevati.”
Categorie: 
2274 posts in Post