Riqualificazione energetica in Italia: gli obiettivi reali

Modulo: Quale livello di prestazione energetica è plausibile avere come obiettivo negli interventi di retrofit in un contesto come quello italiano?
Mario Losasso: L’efficienza energetica degli edifici è determinata prevalentemente dalle prestazioni dell’involucro, dal rendimento degli impianti, dai sistemi di controllo passivo per la climatizzazione estiva e invernale. Tuttavia l’efficienza energetica non può essere valutata isolatamente ma deve necessariamente misurarsi con la più generale sostenibilità dell’edificio. Mentre un pensiero di ecologismo radicale si orienta verso “edifici simbolo” ad elevatissime prestazioni energetiche, una strada più ragionevole e più economica da percorrere è quella che vede un sistema di interventi mirati – magari correlati alle detrazioni fiscali previste dal quadro normativo nazionale – attraverso cui correggere i principali punti di dispersione o di indesiderato accumulo termico (a seconda delle stagioni) per tenere “sotto controllo” in maniera naturale e passiva il comfort e avvalendosi, solo nei momenti di “picco climatico”, degli adeguati apporti degli impianti che dovranno essere più efficienti rispetto a quelli convenzionali.

Modulo: Quanto la crisi energetica, climatica ed economica conferiscono una valenza di “necessità” agli interventi di retrofit?
Mario Losasso: I nuovi scenari che accompagnano le tre crisi si collegano all’altro elemento della sicurezza internazionale e delle possibili difficoltà di approvvigionamento di combustibili fossili da paesi politicamente instabili. Come è noto, l’Italia è uno dei paesi più esposti in quanto totalmente dipendente dall’estero per l’approvigionamento energetico. Ciò rende obbligato il passaggio alla riqualificazione energetica degli edifici esistenti da un punto di vista non solo etico ed economico – in termini di riduzione delle emissioni di CO2 e dei costi della bolletta – ma anche politico. L’individuazione di una strategia del risparmio e dell’efficienza energetica degli edifici unitamente alla valorizzazione delle risorse energetiche locali – sole, vento e geotermia – determina le condizioni per ottenere opportuni margini di autonomia energetica.  

Categorie: 
253 posts in Approfondimenti