Involucro innovativo: il progetto Energyskin

I temi legati alla salvaguardia ambientale, al risparmio energetico e più in generale alla riduzione degli sprechi nel settore delle costruzioni costituiscono delle importanti opportunità per promuovere lo studio, la creazione e la diffusione di processi e prodotti innovativi in edilizia. A sostegno di iniziative di ricerca e sviluppo in questo settore, in Piemonte, dal 2009, la Regione ha costituito i cosiddetti Poli di Innovazione, raggruppamenti di imprese indipendenti e organismi di ricerca che attraverso la loro attività si propongono di indirizzare le azioni regionali a sostegno dell’innovazione negli specifici ambiti di appartenenza. Tra i progetti finanziati, gestiti dal Polo di Innovazione Polight (cluster di ricerca e sviluppo nell'ambito del green building e delle tecnologie dell'idrogeno coordinato dal parco scientifico Environment Park di Torino) e aventi come fattore comune soluzioni per il risparmio energetico, molti hanno sviluppato idee legate all'innovazione tecnologica dell'involucro: facciate attive, sistemi per la realizzazione di pareti verdi con materiali riciclati, sistemi isolanti a base di fibra vegetale e PCM, solo per citarne alcune. In alcuni casi i progetti hanno dato luogo alla realizzazione di dimostratori e prototipi, localizzati e visibili presso le aree esterne dell'Environment Park, utili allo sviluppo e al monitoraggio prestazionale dei sistemi e/o dei componenti proposti, in previsione del loro futuro ingresso sul mercato. L'innovazione dell'involucro edilizio rappresenta pertanto un tema di grande attualità ed è sicuramente uno tra gli elementi cardine di una strategia di interventi a grande scala verso l'ambizioso obiettivo di realizzare, utilizzare e gestire nel futuro, ormai imminente, edifici a energia quasi zero. 

Autore:Andrea Levra Levron 
Photo © Andrea Levra Levron 
Pubblicato su Modulo 391/2014 
256 posts in Approfondimenti