3D printing building

L’architettura informa ed è informata continuamente dalle proprie modalità di rappresentazione e tecniche di costruzione. Probabilmente mai come adesso, grazie ai mezzi digitali e alle tecniche produttive emergenti, le possibilità spaziali, formali e materiali sono cosi ampliate. Le tecnologie digitali stanno avendo un impatto profondo sull’architettura, modificando il modo in cui essa è concepita, costruita e utilizzata. In particolare, il cambiamento più importante sta avvenendo all’interno dei processi produttivi, i quali stanno subendo profonde trasformazioni dovute all’introduzione delle tecniche di fabbricazione digitale, attraverso cui è possibile produrre direttamente da disegni elaborati da progettisti, senza la mediazione della produzione industriale. 
La fabbricazione digitale non è solo uno strumento di ottimizzazione della produzione. Essa ha una diretta conseguenza anche sulla progettazione, avendo anticipato lo studio e l’analisi dei materiali dalla concezione del progetto, colmando lo spazio che i progettisti incontrano tra il disegno, tradizionale strumento di rappresentazione del progetto, e la costruzione, spesso delegata a operatori del settore, permettendo una connessione ipoteticamente senza soluzione di continuità tra il progetto e parti della sua realizzazione.

Autori: Ingrid Paoletti, Michele Versaci
Pubblicato su Modulo 394/2015
253 posts in Approfondimenti